Google+

Piccoli ritocchi alla nostra casa

Vivendo la propria casa si può incorrere in piccoli "incidenti" a carico di infissi o pareti, soprattutto in presenza di bambini (o se si è maldestri come me!!!). Vediamo come rimediare a questi inconvenienti.

Ritoccare le pareti

La scorsa estate io e Federico, con l'aiuto di una coppia di amici, ci siamo cimentati nella tinteggiatura delle pareti di casa nostra. Ci siamo armati di teli, pennelli, rulli e in un caldo week end di luglio, siamo riusciti nell'impresa che in principio ci sembrava colossale.  Il risultato è stato più che soddisfacente e, per noi, grande motivo d'orgoglio!

Ho notato, però, che è necessario qualche piccolo ritocco vicino agli interruttori ed in concomitanza delle sedie in sala da pranzo.

Che si effettui la tinteggiatura fai da te o su commissione è importante conservare la vernice non utilizzata, nel proprio contenitore sigillato si manterrà per mesi. Questa procedura è necessaria soprattutto se si utilizzano tonalità ben precise, nel nostro caso un giallo pastello molto chiaro.
A questo punto basterà prendere la vernice, mescolare qualche minuto per amalgamare bene il colore, armarsi di pennellino e procedere.
Le correzioni appariranno molto accentuate, nessun problema, quando la vernice asciugherà il colore sarà assolutamente uniforme. Se necessario ripetere l'operazione fino ad ottenere la totale copertura delle imperfezioni.



Ritoccare gli infissi in legno

Altro piccolo inconveniente domestico si verifica quando, urtando contro gli stipiti delle porte, si vengano a creare delle ammaccature. 
Se il trattamento del legno prevede un colore naturale, poco male, il danno sarà difficilmente individuabile. Nel nostro caso, invece, si tratta di infissi in legno di colore bianco e l'imperfezione risulta  ben visibile. 
I materiali possono essere reperiti facilmente in qualsiasi ferramenta o negozio di bricolage: stucco per legno, carta vetrata fine, acrilico ad acqua bianco, pennello.
Per prima cosa applicare lo stucco cercando di riempire eventuali fratture del legno e rimodellare gli angoli danneggiati. Lasciar asciugare per mezza giornata e ripetere l'operazione fino ad ottenere una superficie omogenea. Levigare con la carta vetrata e, con l'aiuto di un pennellino, applicare il colore acrilico e lasciar asciugare per 6 ore. Il risultato è garantito.



2 commenti:

  1. Ciao, noi facciamo sempre imbiancature fai-da-te e anche a me tinteggiare le pareti sembra sempre un'impresa colossale...non tanto per l'operazione in se stessa, quanto per lo spostare tutti gli oggetti, libri, mensole, ecc... =(
    Daniela

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Daniela, è proprio vero, la preparazione è di gran lunga la fase più noiosa :)
      era la prima volta che ci cimentavamo in una cosa del genere e temevo di combinare qualche pasticcio,
      invece è andata benone ed abbiamo anche risparmiato moltissimo
      a presto

      Elimina